Me

Ti spiego chi sono.
Non c’è bisogno tu prenda appunti.
Ricordi di ricordi.
Sulla mia pelle scivoli. Oggi ci sono, domani non lo so.
Hai carpito maliziosamente le mie verità.
C’è chi gioca sempre.
Vedi, io non maturo neanche dinanzi le tue scelte improponibili.
Sono così perverso da non accettarmi, come un compromesso inevitabile.
Oggi t’insegno il mio sorriso.
Leggilo bene, perché faccio fatica a trattenerlo.
Sono emotivamente instabile, egocentrico fino al midollo,
non sopporto le finte convenienze,
così come le tue arie da Guest Star finto comunista,
sempre facile con i soldi del papi!
Guardami, sono un fottuto numero uno in ogni cosa che faccio,
così risulto una bugia devastante sulle tue perplessità.

Eccoti la mia fierezza sul piatto d’argento.

42 pensieri su “Me

  1. Un fottuto numero uno, potresti scriverci un romanzo: ” La solitudine dei numeri uno” invece di quella dei numeri primi. Sarebbe un punto di vista diverso. Leggendo questo tuo pezzo mi è sembrato di vedere te che parli a te stesso come ad un alter e vedi tutto quello che non sai di te.

    1. Mi piace la tua visione. Mi piace capire, cosa poi, arriva di me, a chi legge. “La solitudine dei numeri uno”. Non sarebbe male!! Quasi quasi ci faccio un pensierino!! 😂😂😂

    1. Sono passati 10 anni dal mio primo scritto. Eppure quel sorriso bieco è ancora sul mio volto.
      Alcuni pensano che sia facile prendere per il culo, persone “disponibili” come noi. A volte glielo lascio credere. La maggior parte delle volte, sono costretto a sbattergli in faccia la verità. 🤷🏻‍♂️😂

          1. veramente io mi riferivo a me stessa 😎
            😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂
            .. sto rotolando…

              1. ho un sacco di pregi inutili e non apprezzati… qualche difetto (non dico di no) ma rimasto stabile nel tempo…😂😂😂😂😂😂

                1. Ognuno di noi ha pregi e difetti. Io ho moltissimi difetti, ma non li ho mai nascosti. Credo che tu abbia invece molti pregi. Apprezzati o meno non posso dirlo, ma quello che vedo io, non è poi così inutile come tu dici. Anzi…😊

                  1. grazie mille Sephi… mi fa piacere che almeno qui ci sia qualcuno che il pregio più inutile di tutti lo apprezza…😊🤗😘

                    1. P.S.
                      ne ho molti altri inutili quanto questo (disegnare, modellare, suonare)… pensane qualcun’altro e sicuro ce l’ho…😂😂

                    2. Ti sottovaluti. Non credo tu abbia pregi inutili. Io ti conosco poco, ma sembri una brava ragazza, intelligente, dolce…perché dovrebbero considerarli pregi inutili?? 🤔

  2. Eri un filino incazzato? Inizio a leggerti dal principio. Ti piacciono gli articolo31? Mi pare di riconoscere una frase 🤔

    1. Ascolto quasi esclusivamente rap italiano. E sono cresciuto con J-Ax. Quindi ci sono parecchie contaminazioni “rap” nei miei testi. Ma non ricordo frasi in particolare. Sono passati anche 10 anni!! 😂

    1. Ne è passata di acqua sotto i ponti!! 13 anni e non sentirli. Sono sempre lo stesso…cretino!! Ma con qualche capello bianco in più!!
      Una Dea perfetta e senza difetti!! 🤔 Hai anche cuore di ghiaccio??

  3. Parto da qui…
    Ti leggerò con calma, anche a caso e prometto di non commentare tutto ciò che leggerò.
    Ho già letto qualcosa e non riesco a scriverci sopra nulla, non riesco nemmeno a colorare quella stellina di nero…Perché fanno troppo rumore anche per me!
    Ma ora mi serve una battuta per chiudere… Vorrei scherzare un po’ sulle tue affermazioni fiere ed egocentriche, però ti contraddici e quindi ti faccio solo dei gran complimenti!
    “Complimenti vivissimi, muti e religioso silenzio”….
    Buona giornata Davide, parli di te apertamente qui, quindi per una volta ti chiamo per nome! 😉 Stay true-stay Rock!!! Ciao!

    1. Dal principio. Come se poi fosse scritto tutto lì. Come se fosse inutile poi avventurarsi oltre. Fossi in te non leggerei nulla. Non c’è nulla di interessante. Vedi, a volte, riesco anche io a mettere l’ego da parte. I miei scritti sono solo rabbia. E la rabbia non porta a nulla di buono. Apprezzo le persone come te. Quelle che riescono a scrivere con il cuore. È una riflessione che faccio spesso. Probabilmente te l’ho già detto. 🤦🏻‍♂️

      Per le contraddizioni. Ce ne sono molte. Io stesso sono una contraddizione vivente. Ma c’è anche il “cambiamento”. Positivo o negativo non saprei dirti. Ma io non sono più quello di questo scritto. Del resto è del 2007.

      Ho iniziato parlando di me Katia, probabilmente tra qualche anno finirò allo stesso modo. Con lo stesso titolo. Me. Magari capirò quanto questo percorso mi abbia influenzato.

      Sono due giorni che commento seriamente. 😂😂😂

      1. Sai, ho sempre preferito parlare di trasformazione e non di cambiamento. Probabilmente perché non ho mai accettato la superficialità di chi con il dito puntato mi diceva:”Sei cambiata”.
        Trovo interessanti e veri i tuoi scritti, perché sono egoista Davide e leggo le tue parole prima con i miei occhi, un po’ come faccio con le canzoni…
        Non avrei mai sostato tra le tue righe se non avessi percepito determinati suoni.
        La rabbia è vero non porta a nulla di buono, ma quale altra condizione potrebbe soffocare un po’ il dolore, se non la rabbia?

        Ti ringrazio per apprezzarmi.🌹

        Penso sia piuttosto normale contraddirsi fra le stesse righe, figuriamoci a distanza di molti anni.

        Ti leggerò anche in seguito, se bazzicherò in questo luogo, non di certo per esprimere un giudizio nei tuoi confronti, non fraintendere le mie parole, il tuo “interrogarsi” mi avvicina alle tue scritture.

        Sì ho notato, ma va bene così. Hai beccato la fase lunare giusta per farlo! 😉

        1. Il cambiamento è un’esigenza. Non una discriminante. Quando mi dicono “sei cambiato”, dicono fondamentalmente una verità, anche se lo dicono con quel tono dispregiativo, come se ci dovessimo sentire in colpa. Cambiamo tutti. Anche quelli che ci accusano.

          Se non ci trovassimo interessanti reciprocamente nel leggerci, non saremmo qui a commentarci. È evidente. Tu percepisci determinati suoni. Io la purezza di ciò che scrivi. Ne sono attratto, forse perché a me manca. Questo spazio racchiude rabbia e tristezza. Quindi un po’ di purezza, di pulizia, non potrebbe che rendermi migliore.

          Puoi leggere, commentare, giudicare. Per me uno scambio è sempre interessante anche quando le linee di pensiero si scontrano. Importante non ci sia già pregiudizio.

          Troppo serio però non va bene!! Ogni tanto posso spararla qualche cazzata?? 🤦🏻‍♂️😂😂😂

          1. Capisco e in parte, condivido. Però continuo a sostenere la mia idea di trasformazione. Semplicemente perché credo che la radice non cambia.
            Immagino una persona come un albero.
            Un albero segue il ciclo delle stagioni e per tale ragione ai nostri occhi cambia ripetutamente, ma le sue radici che a noi sono invisibili restano le stesse, aggrappate alla terra, lì dove ha deciso di mutare/evolvere, ma resta lì. Possono passare anche secoli, ma non lo troverai a km di distanza. Chi è in grado di scendere in profondità, riconoscerà sempre quell’albero anche nella sua trasformazione.

            L’interesse di queste letture è dato anche dal confronto. Penso sia una cosa bellissima, piacevole, un calmante.

            Pregiudizi e stereotipi non so cosa siano, te lo garantisco questo!

            😂😂😂 Quando vuoi…Anche adesso….ti sto per lanciare le palline….Vai! 🤹🤹🤹🤹🤹
            Io mi occupo della base
            Paraparaaaaa paraparaaaaa🎺🎺🎺

            1. È un modo interessante di vedere le cose. Un’altra prospettiva. Mi piace questa similitudine con l’albero. Le nostre radici. Ha senso. Non sono più quello di tredici anni fa, pur rimanendo sempre me stesso. Mi sono indurito. Come una quercia. Ho perso l’ingenuità della giovinezza. Sono sicuro. E nulla riesce a scalfirmi. Non so se sia buono o meno. Ma questo è.

              Il confronto per me è alla base di tutto. E spesso e volentieri le diverse angolature mi aiutano a vedere meglio. Un po’ come sbirciare dentro te. Ma questa è un’altra storia. 😊

              Posso fare la foca?? 😂😂😂

              1. Sì, è un’altra prospettiva, è una riflessione. La mia. ☺️
                Credo, come ho già scritto, che ognuno di noi nel tempo sceglie come costruire la propria armatura o corazza (come quella delle tartarughe, io sono una tartaruga).
                Tu parli di ” ingenuità della giovinezza”, sai, c’è chi non ha mai avuto nemmeno quella… Perché è per pochi.
                Quell’ingenuitá ci ha fatto volare davvero…Poi abbiamo fatto la fine di Icaro…Ma sono dettagli!
                Perdona il plurale, ho deciso che hai già capito! 😅
                Comunque, dicevo….che prima o poi se vuoi andare avanti, almeno uno scudo te lo devi portare dietro e ne ho uno anche io, solo che a me a volte, tremano ancora le mani e se trovo la persona con una buona mira, io mi faccio beccare!
                Mi sono persa di nuovo vero?….😅🤦🏽‍♀️
                In poche parole, penso non ci sia nulla di sbagliato in queste sentite trasformazioni.

                Prima di fare la foca, richiedi la funzione audio a WordPress, così posso ridere per 24 h di fila! 😂😂😂

                1. Mi piace la tua riflessione. Ma lo hai già capito. Come mi piace parlare con te. Però ho smesso di indossare armature. Credo che gli eventi mi abbiano reso quasi insensibile. Poche cose mi toccano. Poche mi interessano. C’è una linea di galleggiamento tra i due me che ho abbondantemente superato.

                  Siamo stati Icaro ingenui. Quante volte si sono sciolte quelle ali?? Ma ne ho un ricordo piacevole, nonostante tutto.

                  Non ti perdi mai. Lo so. Mostri solo un’innocente ingenuità, perché vuoi che qualcuno venga a salvarti. Ma tu sei salva da un pezzo, vero?? 😜

                  1. È reciproco. I nostri vissuti sono senza dubbio diversi e di conseguenza anche le nostre visioni.
                    Credo che le “tue poche cose”, i “tuoi pochi interessi”, racchiudano in realtà una grande umanità e sensibilità che hai deciso di custodire e che ti consentono di Essere.

                    Anche io conservo un ricordo delicato che continuerò a proteggere, nonostante tutto.
                    C’è un sentire nelle nostre scritture e nei nostri commenti molto simile, anche se neghi spesso questa facoltà a te stesso.

                    Sbagli. Non ho mai voluto un angelo custode, perché ho sempre pensato di poter fare e riuscire da sola nel mio intento, che credimi, conosco solo io ed è sempre stato così. Io mi maledico, io mi ringrazio.
                    Ci sono strade in salita già percorse, passate, è vero questo.
                    Non negherei mai il bisogno umano di due spalle forti, oltre alle mie.
                    È bello ritornare a respirare, è bello poterlo fare…Ma qualcuno ha deciso che non era ancora finita.
                    Vedi un’innocente ingenuità?
                    La fantasia in alcuni miei testi lo conferma…Sai, è un rifugio che non ho mai distrutto.

                    Dopo questa confessione voluta e ricercata, dovrei chiudere con un ” amen” e tacere per un bel po’… E poi se non erro, siamo tra le tue pagine e si parlava di te…😉

                    1. Sai cosa mi fa piacere?? Che tu abbia deciso di andare “oltre”. Di voler vedere cosa ci sia dietro la scorza. Anche a costo di cannare le risposte. Ma sono le tue sensazioni ed io ne ho grande rispetto. E no. Non ti dirò mai se ci hai preso o meno!! 😂😂😂

                      Tu non hai bisogno di un angelo custode. Infatti ho scritto che un po’ ci giochi. Sei salva da un pezzo. Anche quando scegli “una fantasiosa” innocente ingenuità. Ma sebbene tu ci tenga a mostrare i denti ed a far la dura, in realtà la tua fragilità è evidente in ogni tuo scritto. E quella non è fantasia.

                      “È bello ritornare a respirare, è bello poterlo fare…Ma qualcuno ha deciso che non era ancora finita”.

                      Chi ha deciso?? Da quando in qua decide qualcun altro?? 🤷🏻‍♂️

                    2. Per me è naturale andare oltre…Lo sai, non ti ho mai fatto domande e non ti ho mai chiesto se quello che percepisco è corretto o meno, perché non importa. Mi interessa quello che tu hai voluto scrivere e/o commentare! ☺️

                      Lo so che dai miei scritti emerge qualcosa in più. Per te è anche fragilità? Può essere.🙂

                      Lo sai, non tutto ciò che accade possiamo deciderlo noi. Dare la colpa a qualcuno di inesistente mi libera per un millesimo di secondo dalla rabbia che provo…Ma il dolore mi sta attaccato Davide…. Se avessi davvero la possibilità di scegliere, se fossi davvero io l’immenso onnipotente…
                      La salverei.

                      Perdona la confidenza, ma non mi sembrava il caso di girare intorno alla tua domanda.
                      E adesso possiamo tornare a scherzare! ☺️

                    3. Parto da qui.
                      “La salverei”.

                      Perché anche io l’ho pensato spesso. Nei miei sogni l’ho salvata tante volte. Ed ogni volta che salvavo lei, perdevo sempre più me stesso. Mi sono dato tutte le colpe. Mi sono ridotto ad una larva. Ne sono uscito. Sono sopravvissuto. Anche senza volerlo. Non c’è più quel Davide. Ecco perché parlo di cambiamento. Quel Davide è andato via quel giorno. Sparito. È rimasta un’essenza di ciò che il tempo ha lasciato in piedi. Non credo nemmeno le radici siano le stesse, tornando alla tua assonanza con l’albero. Quando mi chiedono quanta forza ci vuole, in realtà non lo so. Sono solo un fottuto incosciente sopravvissuto al caso. Non posso attribuirmi meriti che non ho.
                      A proposito di confidenze. Perdona la mia. Forse troppo intima. E se devo essere sincero, come sempre, il dolore non lo sento più. C’è, lo avverto, ma non lo sento. Potrebbe sembrare un’incongruenza, ma non lo è. Non lo so spiegare. È così e basta.

                      Forse è meglio tornare a ridere e prenderci per il culo. Scusami. ❤️

                    4. “Solo il tempo darà le risposte”…Riferiscono.
                      Perché non c’è cura, perché nemmeno loro hanno certezze.

                      Il tuo tempo è passato e mi hai raccontato ciò che ti è rimasto e te ne sono grata per questa tua confidenza. Il mio tempo è presente, non ho la tua consapevolezza…Ho i suoi occhi davanti a me ed i miei occhi che sono uguali ai suoi.
                      Ma avrò anche io il mio tempo, una presa di coscienza, forse, ora non la cerco.

                      Non devi spiegare nulla, non a me poi…Non devi nemmeno condividere le mie metafore, similitudini o altro….
                      La tua domanda così diretta mi ha portato a vomitare frasi che nemmeno avrei voluto dire, ma le ho dette, perché penso solo dopo aver agito!

                      Io ti dico grazie invece e scusa te lo chiedo io!

                      Ora torniamo a prenderci per il culo si, perché alla fine ridere mi riesce sempre bene….
                      E mi piace ridere di gusto! ♥️🙃

                    5. Il tempo non dà nessuna risposta, perlomeno non in queste cose. Te l’assicuro. Io dopo 17 anni non ne ho avute.
                      Avrai i suoi occhi, ma anche la sua stessa purezza d’animo. Perché la mela non cade mai lontano dall’albero. Non chiederò come e perché. Ma ti sono vicino. Anche in silenzio.

                      “Non devi spiegare nulla, non a me poi…”.

                      Niente di più sbagliato. Perché mi andava di condividerlo con te. Perché siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Perché so che non mi giudicherai. Nemmeno se userò parole forti o sbagliate.

                      Devo riuscire a “switchare” adesso sulla mia coglionaggine!! Ed a volte non è semplice. Tu invece cerca di sorridere. Sempre. ❤️

                    6. Custodirò le tue parole. Sono preziose. Non immagini quanto. Non riesco nemmeno a dirtelo.
                      Sono sincere, ho fiducia ed io le volevo così. Grazie.

                      Non riesce nemmeno a me, però ho un’idea ingenua…
                      Tra qualche ora sarà giorno…Se sei d’accordo, queste parole le possiamo lasciare al giorno prima.
                      Per assicurarmi che ciò accada, io scenderò alla fermata dopo di te.
                      🌹🖤
                      Torneremo a giocherellare presto, ne sono certa! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...