Me

Ti spiego chi sono.
Non c’è bisogno tu prenda appunti.
Ricordi di ricordi.
Sulla mia pelle scivoli. Oggi ci sono, domani non lo so.
Hai carpito maliziosamente le mie verità.
C’è chi gioca sempre.
Vedi, io non maturo neanche dinanzi le tue scelte improponibili.
Sono così perverso da non accettarmi, come un compromesso inevitabile.
Oggi t’insegno il mio sorriso.
Leggilo bene, perché faccio fatica a trattenerlo.
Sono emotivamente instabile, egocentrico fino al midollo,
non sopporto le finte convenienze,
così come le tue arie da Guest Star finto comunista,
sempre facile con i soldi del papi!
Guardami, sono un fottuto numero uno in ogni cosa che faccio,
così risulto una bugia devastante sulle tue perplessità.

Eccoti la mia fierezza sul piatto d’argento.

Annunci

2 thoughts on “Me

  1. Un fottuto numero uno, potresti scriverci un romanzo: ” La solitudine dei numeri uno” invece di quella dei numeri primi. Sarebbe un punto di vista diverso. Leggendo questo tuo pezzo mi è sembrato di vedere te che parli a te stesso come ad un alter e vedi tutto quello che non sai di te.

    1. Mi piace la tua visione. Mi piace capire, cosa poi, arriva di me, a chi legge. “La solitudine dei numeri uno”. Non sarebbe male!! Quasi quasi ci faccio un pensierino!! 😂😂😂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...