La Mela della Favola

Mi piacciono quegli occhi.
Mi fermo a guardarli spesso, come un bimbo dietro la vetrina del negozio di giocattoli.
Il respiro si blocca, la mente si perde sul tuo fondoschiena,
ipnotizzato ebete, senza più parole.
Beffardo il tuo sorriso attraversa i miei centri nevralgici,
creando un turbillion di passioni, che contrastano con l’aria di niente che ostenti,
quell’aria che pervade il tuo viso, mentre mi innalzi inconsapevole a vittima sacrificale.
Sulle tue guance rosse, grève, come petali in bilico sulle giunture del più bel fiore.
Così quando mi fissi si compie il miracolo.
Resto inerme.

Letteralmente stregato da te che sei la mela della favola.

Annunci

2 thoughts on “La Mela della Favola

  1. Non so se a te sia capitato mai, ma quando a volte si va a rileggere qualcosa scritto nel passato, magari si scopre che si è cambiati, che quelle cose sono lontane ma così lontane che sembra che non siano nostre quelle emozioni. Quindi spero che nel frattempo, col passare degli anni, hai trovato l’antidoto al veleno della mela 🙂

    1. Beh si!! Sono anche passati 10 anni da questo scritto!! 😂😂😂
      A parte gli scherzi, se rileggo alcune robe, mi capita il contrario, e cioè di ricordare, in un primo momento, le sensazioni del passato. Quelle che mi hanno portato a scrivere quel pezzo. È una full immersion nei ricordi. Anche se poi convengo con te, nel senso che mi sento lontano anni luce, da quello ero un tempo. Il cambiamento, in fondo, è qualcosa di naturale. 😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...