Disertore

Forse mi vorresti in prima linea,
come in tutte le altre battaglie,
perché sai bene che sono nato per combattere,
perché sai bene che non mi importa vincere o perdere,
ma sai che lottare mi fa sentire vivo.
E allora mi vorresti lì.
Loro, invece, mi vorrebbero decisamente in prima linea,
perché hanno piazzato cecchini infallibili,
che aspettano solo che la mia testa sbuchi da chissà dove.
L’ordine tassativo è sparare a vista,
nessuna pietà,
mentre setacciano imperterriti trincee e retrovie.
Io ho deciso.
Ho disertato. Per la prima volta.
Ho preparato una valigia,
fatta dei miei lunghi silenzi,
ho messo dentro tutte le parole non dette.
Sono in un posto tranquillo.
Quella guerra non mi appartiene,
mentre mi chiedi dove sono finito,
con quel buffo ciglio in sù da doganiere.
Ho disertato. Mai per paura sia chiaro.
Ma non si combatte contro chi si ama.
Almeno, io non ci riesco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...