Nankuru Nai Sa.

Qui tutto è indefinito. Non c’è un contorno. In realtà non c’è mai stato. Qui, ogni giorno, è come un cazzo di giro sulle montagne russe. Una sensazione altalenante sulla bocca dello stomaco, tra vuoti pesanti e pieni leggeri. Qui è per pochi. Qui vale tutto ed il contrario di tutto. Ricordi Alice spaesata nella […]

Kintsugi

Una folata di vento, in un giorno qualsiasi. Il piedistallo. La vile terra. Come un cazzo di vaso in mille pezzi. Lo schianto è un attimo. Tutto quello che resta, sono frammenti dorati su di un pavimento nero, tra striature di anima e terracotta. Ho osservato attentamente ogni parte di me, dal basso, dove il […]