Apoptosi

Perché non sempre il dolore quantifica tutte le sofferenze.

Sephiroth

Achille sorride.
Una poltrona in prima classe, con schienale ribassato e una ventiquattrore.
Tralicci e piloni in rapido scorrimento,
su di un finestrino coperto dal riflesso di pensieri torbidi.
Sfilano in ordine, nomi neri, su cartelli a sfondo bianco, di posti che non vedrà mai.

Achille sorride.
Anima in frantumi e quei cavi collegati in petto.
Ora che ha riposto il cuore in uno scrigno come Davy Jones.
Ora che pesa il luogo dell’assenza,
quando fa male anche scriversi addosso.

Achille sorride.
Stringe una compressa nera nella mano sinistra.

“La soluzione per una nuova felicità, tramite apoptosi cellulare dell’ippocampo”.

E ricorda lo slogan di quella nuova pubblicità.
Quella che promette alle persone di poter dimenticare rapidamente.

Perchè dimenticare costa molto.

Perchè non sempre il dolore quantifica tutte le sofferenze.

Achille sorride.
Inganna la tristezza e brucia ossigeno in dosi razionate.
“Non c’è perdono, per chi ha imparato a mentire”.
Rieccheggia…

View original post 82 altre parole

Annunci

56 pensieri riguardo “Apoptosi

  1. ricordo un finale diverso di questa poesia o sbaglio? i tuoi versi sono sempre così reali, sinceri.
    dimenticare costa moltissimo questo lo so. se ci fosse una pillola per farlo come tu hai scritto molti non ci penserebbero due volte
    chi non ha dentro qualcosa da dimenticare? Achille ha dimenticato?

    1. Ogni volta che “rebloggo” qualcosa, spesso quel qualcosa inevitabilmente subisce dei cambiamenti. Perché anche io sono “diverso”, rispetto al momento in cui l’ho scritto. Tanto, poco. Questo non so quantificarlo.
      Nonostante io abbia un passato pesante, non prenderei mai una pillola per dimenticare. Perché tutti i ricordi fanno parte del mio bagaglio personale.
      Non so cosa abbia deciso Achille. Dovresti chiederlo a lui!! 😂

      1. avevo notato dei passi diversi, ho ancora buona memoria
        hai ragione sui ricordi, però molti se estirpati aiuterebbero a viver meglio tante persone. sono andata a trovare Davy Jones su internet mi hai messo curiosità come al solito ed ho letto la sua legenda. come fai a sapere tutte queste cose? 😱😱😱
        banale dirtelo ormai ma quello che scrivi ha sempre un significato profondo e questo pezzo sa di sofferenza verso qualcosa che non c’è più
        Sephi continua a scrivere sempre

        1. Sono contento che tu possa apprezzare i miei riferimenti nelle poesie.
          Non so tante cose in realtà. Lo sai?? Ho solo curiosità su determinati argomenti. Anche leggere tutti i bravissimi blogger di WP, è per me un arricchimento culturale.

          Non lo so. Sui ricordi, bisognerebbe aprire un post a parte. Per quanto facciano male, alcuni di loro, preferirei sempre portarli con me!! Tanto ci penserà la vecchiaia a farmi scordare le cose!! 😂😂😂

          Banale dirti anche per me, che ti ringrazio, perché nonostante i diverbi, sei qui a commentare tranquillamente, come ti ho chiesto. Non è facile. 😊

          Continuerò a scrivere finché avrò qualcosa da dire. Un po’ come i pazzi!! 😂😂😂

          1. tu sei sempre molto modesto e non capisco a volte dov’è l’ego smisurato che vanti. ma si capisce bene quanta cultura e passione trasmettono i tuoi scritti
            mi sa che tra poche ore sarai ancora più vecchio, l’ho letto sotto una risposta che hai dato che sei Cancro e sei nato a luglio non partire subito col cervello 😂 quindi alzheimer vicino 😂 tranquillo per i diverbi è giusto ho sbagliato a parlare, ed hai ragione commenterò solo quello che scrivi semplicemente perché adoro come scrivi. e chi scrive così ha un cuore enorme e ti assicuro che oggi uomini come te sono pochissimi.
            quindi sii pazzo forever 😘

            1. Ma sono ancora un giovanotto!! Pffffff!! 🤦🏻‍♂️ E poi lo so di essere unico come uomo!! (Vedi il mio ego??)
              So fare tutto, quindi si, sono da preservare e conservare!! 😂😂😂
              La pazzia non manca mai, tranquilla!! 😉

                1. Avrai conosciuto altri uomini!! Io riesco a fare, molto meno di una cosa alla volta!! 😂😂😂
                  Quello che scrivo è mio. Personale, autentico, paranoico. Non a tutti piace. Non a tutti emoziona, com’è giusto che sia. Ma è quello che ho dentro. E tanto basta.
                  Sono comunque contento a te piaccia la mia scrittura. 😊

  2. Dopo gli ultimi due scritti, quasi quasi vorrei che tornasse la tua versione meno dark, forse non dovevi mandarla via 😂😂😂
    Sai cosa avrei voglia di fare? Abbracciarti e sorriderti…

    1. Ti rivelerò un segreto. Nonostante quelle parole d’amore, lei preferì altro!! Mi accorsi di non essere una sua priorità, ma un giocattolino con cui colmare un vuoto.
      Ma non voglio divagare, questa è un’altra storia!! Un giorno magari ne scriverò il seguito. 🤦🏻‍♂️😂

      Così adesso ho deciso di rispedire la mia versione meno dark in vacanza, che tanto non ha mai funzionato!! 😂😂😂

      Tu invece sei decisamente la parte buona in un mondo di merda. E anche se non sono bravo con le parole, prendilo come un bellissimo complimento. Grazie per l’abbraccio ed il sorriso. 😊😊😊

              1. Ovviamente era detta così per ridere un po’ 😂😂😂
                Sai già che mi piaci e questo grazie alla tua sensibilità.
                Ma, faccio fatica restare seria per troppo tempo, quindi ogni tanto devo sparare qualche cavolata. 😂😂

  3. Mi sono emozionata. Il ricordo del dolore. Non credo però ci si possa incolpare se a volte abbiamo mentito. La vera parte di noi alla fine esce fuori. È l’unico modo per riuscire a vivere.

  4. dimenticare con una pastiglia è come annegare il dolore dentro una bottiglia. Il problema è che cosi facendo anneghiamo o anestetizziamo noi stessi privandoci della possibilità di evolvere! I dolori sono come tatuaggi, vanno scritti a lettere grassette,letti e riletti, pestati sulla faccia, poi passa e vai avanti. Mai dimenticare.

    1. È come quando ti trovi ad un bivio. Se esistesse davvero una pasticca per dimenticare che faresti?? Questo è il dilemma di Achille.
      Questo è il dilemma che un po’ a tutti, frulla nel cervello, quando si è colpiti da eventi traumatici. Io propendo come te per non dimenticare. Perché sarebbe insopportabile non poter più ricordare determinate persone nella nostra vita.

  5. Apoptosi. Mi ricorda i miei studi. Mi era rimasta impressa. Perché alcune cellule sono dei veri mastini. Amano questo tipo di morte. Veloce e silenziosa. Come farebbe un bravo sicario.
    Peccato, non essere così efficienti, in caso di ricordi traumatici. Vorremmo spazzarli via.
    Ma è impossibile. Sono sempre lì. E basta un odore, un sapore, un’ombra e riaffiorano in superficie, spingendoci sempre più giù… in apnea.

    1. È sempre un piacere dialogare con te, indipendentemente dall’argomento. Come ho scritto nell’altro post, mi spiace accoglierti e accogliervi sempre con roba “triste”. Ma parliamo di vita. 😊😊😊

  6. Anche nei rapporti giornalieri “incassiamo” dei piccoli colpi ( chiamiamoli così) che ci addolorano, che siano da amici o da persone a noi più care e, in qualche modo dobbiamo “dimenticare” per andare avanti. In questi momenti riaffiorano le cose belle, i momenti che ci hanno reso felici …. ma poi piú li spingiamo verso il basso più riaffiorano, come un pallone in acqua. Allora vivi di ricordi e quelli ti permettono di continuare a respirare meglio….

    1. Forse sono cresciuto prima del tempo. Crescere senza padre, ti responsabilizza e allo stesso tempo ti fortifica. Troppo. Quindi, oggi, come ieri, i piccoli colpi incassati nemmeno li sento. Ho una propensione a far scivolare tutto addosso. Difficilmente mi feriscono. Ma alcuni cose, alcuni ricordi no. Li ho stampati addosso. Come tatuaggi sulla pelle. Impossibile mandarli via. E poi neanche vorrei. Allora vivo quello che viene, nella speranza che sia migliore.

  7. Eh si dimenticare non è facile, fino a quando la memoria riesce a fare la sua parte …
    Devi Jones (non sono tornata a vedere come lo hai scritto!!! Quindi probabilmente sarà sbagliato :-)) mi ha spaventata da subito quando l’ho visto sulla sua nave :-O
    Ciao Sep!!!!

    1. Fino all’alzheimer credo sia impossibile!! 😂😂😂 Poi ci pensa lui a farci dimenticare. Non importa come tu abbia scritto Davy Jones…devo dire che in Pirati dei Caraibi, fa un po’ schifo anche a me!! 😂

  8. É doloroso quello che mia hai detto, mi fa soffrire pensare che ci siano bambini o ragazzi che debbano vivere senza papà o mamma, non é giusto. Debbo constatare che chi ti ha poi cresciuto, sicuramente mamma, é stata molto brava, non é stato facile neanche per lei. Vivo giornalmente questa situazione attraverso la vita della mia amica/sorella, ha perso il marito e ha due figli, quanto dolore, sofferenza e…insensibilitá vicino a loro. Al dolore della perdita si deve subire tanto altro…..

    1. È il corso della vita amica mia. Sicuramente quello che sono, lo devo a mia madre. Oggi che ho tutto è solo grazie a lei. Ci sono comunque situazioni peggiori, e quella che racconti tu è una delle tante. Quando le cose vanno male, difficilmente trovi persone pronte ad aiutarti. E capisci che devi cavartela da solo. Questa è la triste realtà.

      1. Hai detto bene, quando ci sono difficoltà, scappano tutti velocemente. Quando é successo alla mia amica sorella, gli ho scritto tutti i giorni per mesi anche se lei non mi rispondeva perché era chiusa nel suo dolore poi un giorno gli ho detto; abbiamo riso fino alle lacrime insieme e ora che c’è da piangere, vuoi che ti abbandoni? è da allora ci sentiamo tutti i giorni….

    1. L’elaborazione del dolore non sempre riesce. È un file costantemente in “wotk in progress”. Possono volerci mesi, anni…ed a volte nemmeno basta!! 😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...