No Caption Needed

Dottoressa, qui è proprio come mettere l’anima a nudo.

A volte lascio la porta semichiusa nella speranza che qualcuno trovi l’entrata. Che non mi vedano sempre come un cazzo di psicopatico affamato di sangue. Vorrei leggessero la mia reale essenza. Si soffermassero sulle parole che uso. Perché non esiste casualità. Perché poi è uno sbattimento incasellarle tutte correttamente, senza far male a nessuno.

Sa, dicono tutti che sono strano. Come quando resto appositamente sotto la pioggia. Immobile. Ed i pensieri più torbidi scivolano fuori dalla retina. Come quando mi ripeto che non voglio più essere un’anomalia. Come quando scrivo i testi usando il bianchetto, su fogli di carta bianchi.

Capisce solo chi mi legge davvero.

Dottoressa quanto male ci può essere in questo corpo fatto di carne??

Io che risento continuamente del peso dell’anima. Avverto chiaramente le dissonanze con i miei pensieri. Come quando la vedo. Un po’ m’incanto. Come un bambino. Lei resta sempre bellissima, ma incompleta. Come le chiese di Barcellona. Credo ci siano persone che non maturino mai. Probabilmente poi marciscono. Direttamente. Come saltare le fasi. Allora inizio a rielaborare i concetti. E mi chiamano pazzo. Alle spalle ovviamente. Solo perché vedo oltre. Solo perché ho imparato a leggere gli occhi prima dei libri.

Dovrei essere più sereno. Proprio adesso che ho smesso di cercare la felicità, nello stesso posto in cui l’ho persa. Invece sento sempre quell’inquietudine di fondo. Stringe il cuore. Come un cappio. Ed io sono sempre più propenso all’aconito.

Facevo una riflessione, doc. So che finiremo a scopare su questo divano. I suoi occhi non mentono, ma nemmeno lei ne verrà a capo, perché quelli come me, sanno tirare fuori il dolore in una sola maniera. Restituendolo.

Ernia feat. Nitro – Certi giorni

292 pensieri su “No Caption Needed

      1. No beh non mi riferisco al finale, il mio apprezzamento è dato dal modo in cui è stato trattato l’argomento. Non sempre una storia per essere considerata bella deve avere perifrasi complesse e terminologia arcaica. A volte, soprattutto quando si esprime una riflessione o addirittura una considerazione di disagio verso l’atteggiamento altrui è interessante l’uso di una sintassi “diretta”, rende i contenuti più originali e inclini alla creatività.😊

        1. In realtà mi sono espresso male io. Volevo dire che non era una storia, ma la mia condizione personale. Purtroppo non so scrivere nient’altro che non parli di me. Forse c’è un po’ di ego anche in questo!! 😂
          Raccontata alla meno peggio. Senza termini arcaici. Una spietata analisi di coscienza. Come quella sul divanetto della psicoanalista!! Però li scelgono comodi!! 🤦🏻‍♂️😆
          Grazie per avermi letto Ele e per le tue parole. 😊

            1. Hai perfettamente ragione. Io scrivo per liberare un po’ di dolore. A volte riesce. Altre volte meno.
              Grazie per le tue belle parole. Dette da chi scrive per mestiere, fanno piacere. 🤗

              Ps. Ho già visto il calendario!! 😉

  1. Dicotomia anima-corpo, garbuglio esistenziale quando l’anima pesa di più e non ce la fa a sopraffare il corpo. D’altra parte è così che deve essere da vivi, non credi? La sofferenza è tanta, anche quello sbirciare da dentro a fuori crea fessure dolorose, ci sono anime che forse non dovrebbero incarnarsi, forse. O forse sta proprio in questo martirio la loro finale purificazione. Ma fa tanto male.

    1. Tu sai trovare le parole adatte a ciò che sento. Sicuramente perché ci sarai passata prima di me. Riesci a cogliere sensazioni e sfumature. Essere vivi, capire il male, porta a dettagliare la sofferenza. Non possiamo ignorare ciò che siamo. Così guardarmi dentro, parlarne, libera dolore. Come uno sfiato nell’anima. Adesso che vedo tutto chiaramente…

  2. Dicono che la sofferenza c’è stata affidata in tempi lontani perché è il peso delle anime antiche giunte in questo tempo per compiere una strada precisa. Dicono che dobbiamo scegliere tra il caos della materia e il viaggio libero dell’Anima che è qui per manifestarsi. L’Anima soffre perché non l’ascoltiamo… Ma il vedere oltre è un segno, la bussola per scegliere quale strada imboccare. Uno Spirito libero…

    1. Ogni tanto mi viene in mente un aneddoto di quando ero piccolo. Il classico gioco del bastoncino. Chi beccava quello più corto, la prendeva in saccoccia. Ecco. Potremmo riassumere così la mia esistenza. 🤦🏻‍♂️😂😂😂

      Ho sdrammatizzato perché nel tuo commento c’è un’elevata ipotesi spirituale, e mi verrebbe da dire il classico “…e giusto a me??”

      Il vedere “oltre” è una fortuna. Capisci sempre prima, con chi ti confronti. E puoi scegliere.

  3. Quante volte ho odiato la mia “fisicità”, e magari anche quella degli altri, durante quegli anni in cui cercavo di rispondere alle massime domande che una persona si può porre.
    Il corpo spesso è un limite per il pensiero, e magari anche per i sentimenti, ma… è un involucro di cui ovviamente non possiamo fare a meno.

    1. Spesso ho odiato essere me. Ho odiato questo “sentire” più degli altri. Questo non fermarmi alle apparenze, ma scavare a fondo nell’anima. Ho messo in discussione tutto, fino a far tremare le fondamenta. Ci sono persone che non si accontentano di un cazzo. Come me. Non riesco a godermi nulla, perché il pensiero è già proiettato ad altro. Come se non fosse mai abbastanza. O io non fossi abbastanza. Capisci allora, che sono proprio io, il mio peggior nemico. Come guardarsi allo specchio e non riconoscersi. È profondamente sbagliato, ma ci devo pur convivere con questo me.

      1. Il problema della “fisicità” l’ho superato (anche se mai del tutto) con la prima “vera” morosa, con la quale ovviamente ci si è “scoperti” completamente. Ma ti assicuro che l’accettarsi, almeno per me, è stato complicato.
        Immagino che per le ragazze/donne possa essere addirittura più complicato.

          1. Ogni tanto ho pubblicato qualche foto, per esempio nel settembre scorso quando ho fatto 50.
            Cmq ora sono più sicuro, credo che l’età abbia portato anche un po’ di consapevolezza.

    1. Prima lo credevo anche io. Cercavo una spiegazione per ogni avvenimento. Adesso, sai, non ne sono più tanto sicuro. Forse perché ad alcuni eventi, personalmente, non sono riuscito ad attribuirne un senso.

  4. e finalmente hai scritto !!! se ti accodi a me e kikka che scriviamo tutti i giorni è fatta !! devo portarti al mercato con me c’è una ragazzina in carrozzella elettrica, magrissima tutta contorta nel suo corpicino, se le chiedi se puoi aiutarla ride e sventola la coda di cavallo, non parla in chiaro, ma sa dire No, poi voglio vedere se ti ritrovi nel tuo corpo…
    il divano è un ottima soluzione, ma poi faccio la spia alla mamma di Nenè e lì un corpo dovrai cercartelo per davvero ahhhhhh

    1. Tu e Andrea siete irraggiungibili, oltre che bravissimi. Io scrivo una volta ogni morto di papa. Poi in sto periodo sono letteralmente in over load!! 🤦🏻‍♂️

      Hai ragione sono fortunato ad essere nel mio corpo. Non mi manca nulla. Ma il mio male è spirituale. E probabilmente a volte è peggio di quello fisico.

      1. Sembrerà strano ma a me il mio corpo piace e intriga più ora di 25 anni fa. Allora non stavo da regina sul mio trono a rotelle elettronico e tuttavia non mi piacevo, pur avendo il mio Amore e la mia bambina. Non è necessario guardare ciò che apparentemente manca agli altri per essere felici di esserci.
        A volte mi basta mettermi in un paio di jeans che mi piacciono, pur essendo consapevole che non potrò MAI guardare il mio sedere allo specchio. E così ho trovato un trucco che si è rivelato sexy: MI FACCIO FOTOGRAFARE col mio cellulare dal mio ora ex compagno – che bacchettonamente non condivide le mie scelte – o dalla ragazza che mi aiuta nelle mie necessità.
        Anche queste e senza giudizio.
        Caro Amico, ci sei, ci siamo…non è figo?
        Ti abbraccio, ❤
        Vicky

        p.s. siccome sono a volte logorroica con l'aggravante della vanità, faccio di questo commento che mi racconta in una parte importante, un post che spero leggerai e commenterai

        1. Ho letto il tuo post ed ho risposto. Se ho scritto qualche aberrazione chiedo scusa. 🤦🏻‍♂️ Per il resto ribadisco semmai ce ne fosse bisogno, il mio bene per la tua persona. E resto sempre convinto che la testa, quando non sta bene, possa far più danni di un’efficienza mancata del corpo.

          Ci siamo Vicky!! Ed è molto figo!!
          Abbraccio forte!! ❤️

          1. Caro amico, tu non mi hai offesa in alcun modo! Non metto in dubbio il tuo affetto per me che assolutamente ricambio 💛
            Io mi sono risentita un po’ per certi commenti un po’ superficiali per non dire altro.
            Ora mi è passata 😊😊😊

  5. È un dialogo molto interessante in cui la tua personalità sembra avere sempre la meglio…nel peggiore dei contesti però.
    In questo caso, negli abissi che solo tu sei stato in grado di riconoscere ed attraversare.
    Resterà difficile agli occhi di chiunque leggere la tua mente che dagli altri, può solo essere sfiorata, perché tu hai già deciso così.
    C’è comunque un ordine nel disordine ed il ruolo del bianchetto ne è la conferma.
    Anima e corpo sono separati ma anche capaci di scambiarsi il potere.
    Le figure femminili sempre presenti e necessarie per quel punto di non ritorno…e forse sono anche qualcosa in più.
    Questa è la mia lettura….
    Poco importa? Fa lo stesso! 🙃🙃🙃
    Ho apprezzato! 🌹

    1. A volte una sana introspezione ci aiuta a capire quanto siamo fallaci. Riesco ancora a mettermi in discussione, proprio perché scendo in profondità dove a volte temo di perdermi. In realtà io non ho mai deciso che la mia mente non può essere sfiorata, e spesso quando ci confrontiamo, tu sai bene dove colpire o parare. Non sono così impenetrabile, come voglio far credere, o come molti pensano che io sia. C’è sempre un varco, dove leggere perfettamente i miei comportamenti, perché poi alla fine sono molto semplici e puliti.

      Anima e corpo è un discorso prolisso. Così come le figure femminili. Come lei. Così bella, ma incompleta. O probabilmente sono io che non mi accontento mai.

      Le tue letture sono sempre ben accette. Si vede che hai la saggezza della vecchiaia dalla tua!! Nonna K!! 😂😂😂

      1. ” Io non ho mai deciso che la mia mente non può essere sfiorata”…. “Non sono così impenetrabile come VOGLIO far credere… 🤔…
        Sì, so dove colpire, ma cerco di farlo senza arroganza o presunzione quando mi è concesso…Arrivo e vado via sempre in punta di piedi…

        Anche a Nonna K. non sfuggono le parole, proprio come ai vecchi si…. 🙂

        1. Quando dico di guardare oltre, con le persone, intendo proprio questo. Il non fermarmi all’apparenza. È facile giudicare quello che ti mostrano. Molto più difficile capire quello che non vogliono che tu veda. Paure, insicurezze o semplicemente la loro reale essenza. Perché una volta oltrepassata quella coltre, quella barriera, potresti far danni.
          Poi c’è chi riesce ad andare oltre. A chi non gli frega un cazzo di andare oltre. E chi non riuscirebbe nemmeno se gli sbattessi la realtà in faccia. (Il 90% delle persone)

          Certo che so che sai dove colpire. Sei perspicace. La scrittura non mente. So anche che non lo faresti mai con cattiveria. Semplicemente perché non hai quella natura.

          Nonna K. la dentiera come va?? 😂

          1. Il problema degli analisti è che sono umani tanto quanto noi, con la differenza che la loro professione li obbliga a mantenere quel famoso “distacco professionale”, che a quanto pare non riesce sempre a tutti, perché si Sephiroth, gli occhi non mentono mai!
            Allora preferisco la complicità nelle note di “En e Xanax”, che ritrovarmi davanti scrutatori poco esperti di linguaggi e movimenti involontari che non riuscirebbero nemmeno a catturare con precisione, perché probabilmente abbiamo letto gli stessi libri! Sto sbarellando Sephiroth? XD
            Eh menomale che ci sei tu che sai….
            Nonna K, ha un sorriso per ogni occasione ed uno è più bello dell’altro! 🙂

            1. Probabilmente sottovalutate tutti il potere di una sana dormita su un lettino, al posto di lavorare!! Maledetti stakanovisti!! 😂😂😂

              Il tuo ragionamento non fa una piega. Potrei psicoanalizzarmi da solo. Il mio ego me ne dà facoltà. Ma resto umile, vedi?? 😂😂😂

              Sullo sbarellare sei sempre in pole position Nonna K. Ma ti aiuteremo. Siamo qui per questo!! 💪🏻

              1. Addirittura! 😂😂😂 Non capisco il tuo plurale, parla alle tue conoscenze! 😏

                Lo so che ho ragione, altrimenti non mi pronuncerei…Si mi sa che questa volta sei stato più umile di me! 😅

                Ti ringrazio, quale onore….
                ti aiuteremo… 🤔 Molto gentili si!!!Ma di questo magari possiamo riparlarne! 😛😛😛
                Intanto cerco di rispondere con proposizioni di senso compiuto ai commenti…..🙃

                1. Daiiiiiii!! Plurale maiestatis!! Ci perdiamo subito signorina K. 😂😂😂 Io e la mia persona la aiuteremo!! 😂😂😂

                  Stiamo perdendo umiltà?? 🤔
                  Brutto segno. (Ora risponderai che a parlare con lo zoppo si impara a zopp…ah no!! 🤔 che si impara?? Che poi manco zoppico!! 🙄)

                  Brava Nonna K. rispondi sensatamente, frasi piccole, così non perdi il segno!! 😆

                  1. Ero distratta Prof. mi perdoni!!! 😂😂😂
                    No, ma se vuoi posso risponderti che non esistono più le mezze stagioni, che si stava meglio quando si stava peggio,che tutti i nodi vengono al pettine, che chi nasce tondo non può morir quadrato eeee…..🙃🙃🙃
                    Caro vecchio osservatore di cantieri! 🧓🏾🧓🏾🧓🏾 Procedono bene i lavori nel suo quartiere?😄

                    1. La perdono, la perdono. Che poi mi racconta di esser attenta ai dettagli!! 🤦🏻‍♂️

                      Mancava il proverbio, nel paese dei ciechi…vabbè sottigliezze!! 😂

                      Veramente in questo periodo sto facendo dei lavori a casa!! 😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂 Osservo attentamente con le braccia dietro la schiena!! 😂😂😂

                    2. Era un’altra storia quella! 😂

                      Avrei continuato all’infinito, ma non volevo sembrarle troppo una disadattata!!🙃

                      …Borbottando😂😂😂 🎽🥽🔨

                    3. Tu disadattata?? Naaaaaaa!! Non mi permetterei mai!! 🤥🤥🤥

                      Grazie come sempre per lo scambio di opinioni. La tua età dimostra una grande esperienza, nonna K. 🙃

                      Siamo nella fase Polident ormai?? 😂😂😂

                    4. 😂😂😂 Non mi offendo facilmente, anzi il tuo è un complimento!!!!
                      Grazie a te, è un piacere questo scambio e smettila di invidiare le mie strategie per avere un sorriso perfetto! 😁😁😁🙄🙄🙄 (È già uno spot questa frase😂….Evaporaaa o scansati!Come preferisci tu! 💃)

                    5. Peccato non ci sia la possibilità di inserire gli audio personali. Comunque quello che volevo dirti, in sintesi, è questo:

                      😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂

                    6. Menomale direi invece!!! Ma lei si immagina cosa diventerebbe WordPress con una funzione del genere? Io me lo immagino!
                      😂😂😂😂 Ma sicuramente avrei più followers per via del mio sorriso da JOKER! 😂😂😂😂
                      Sei un pagliaccio! Torna serio!!!!! 😂😂😂

                    7. Per una innocua pernacchia!! 😂😂😂
                      Mo ci voleva la faccia di Bombolo “ah Commissà me so beccato pure der pagliaccio oggi!! Tse…tse…🤡🤡🤡”

                      Si sarebbe un macello con la funzione “vocali”…sai le parolacce!! 😂😂😂

                      Vabbè torno serio. Ho fatto una pausa. Condivido.

                      Questa è storia JOKER!!

                    8. Sbagli. Non sono cose a caso. Nessuna cosa è mai scritta casualmente, o tanto per. Dovresti averlo capito!! 😂 Mi offende signorina K. 🙄
                      Oltre alla mia innata passione per chiacchierare un po’, (scrivendo perché poi fondamentalmente sono timido)…

                      Bello quell’album di Vacca. Sembrava promettente. Poi si è perso. Mi hai fatto un gradito regalo. 😊

                    9. Sì ma stai calmooo!!!!! 😂😂😂
                      Non si offenda su che ha capito anche lei, ha capito anche per me!
                      Timido…🤭 Io sono esuberante invece, adoro essere al centro dell’attenzione, sono estroversa…
                      Ma sono riservata. Quindi, forse lei ha sbagliato termine, forse voleva scrivere riservato! Lo vedi come sono egocentrica? 😂

                      Vacca era bravo, si, peccato si sia perso pure lui! Comunque non sapevo si potessero allegare i video! Tieniti pronto… Anche le gif? Se posso usare quelle ciaooo…Le userò sicuramente con i timidi.🙃
                      Aspetta provo….
                      Non non ci riesco 😅
                      Basta mi eclisso… Sto esagerando!
                      Mi sento come le kuarantenni??)_+4)€+_+€(+_

                    10. No no sono molto timido. Live.
                      Però dura il tempo che serve. E nonostante io sia egocentrico, sono anche molto introverso, riservato, e non mi piace mai essere al centro dell’attenzione. Una contraddizione vivente!! 😂
                      Però se prendo confidenza poi sono uno spasso, perché mi piace ridere su tutto. E soprattutto mi piace far ridere. Un cretino insomma!! 😂

                      Dove si è andata a cacciare nonna K.?? Quello non è il bagno è lo sgabuzzino!! 🤦🏻‍♂️😂

                    11. Allora stai confermando ciò che ho detto? Quante parole hai sprecato per darmi ragione? 😂Non era il caso!
                      ” Sono uno spasso”, “mi piace fare ridere”, ovvero, tutti gli occhi son puntati su di te! Sai come si chiamano?
                      👉👉👉🤡🤡🤡….
                      Dai vediamo se indovini!!!!! Daiii!

                      Ho sbagliato di nuovo allora! Ci riprovo! 🤸🏽‍♀️🤸🏽‍♀️🤸🏽‍♀️🤸🏽‍♀️
                      .Passo e chiudo.

                    12. Acqua. Acqua. Sei lontana. Stai andando a tentoni. 😂😂😂

                      L’opossum della Virginia (Didelphis virginiana Kerr, 1792) è un mammifero marsupiale della famiglia Didelphidae. Lungo dai 38 ai 51 centimetri e con un peso che si aggira tra i 6 e i 9 chili, l’opossum della Virginia è il più grande tra i didelphidae. La pelliccia è prevalentemente grigiastra, tranne sulla faccia che è bianca. Gli opossum della Virginia sono forniti di una lunga coda prensile priva di peli che può essere utilizzata per appendersi ai rami o trasportare piccoli oggetti. Le orecchie sono grandi e senza peli e il naso è lungo e schiacciato, di colore rosa. Le zampe sono dotate di unghie chiare e cuscinetti plantari scuri. Gli opossum hanno 50 denti e pollici opponibili sprovvisti di artigli negli arti posteriori.

                      😂😂😂

  6. ciao ragazzo, come butta?
    lasciami fare l’elemento di rottura, le scosse servono 😉
    dunque…
    anima, coscienza e amore non esistono, sono fari fasulli atti a indicare approdi che ammorbano l’essenza degli uomini.
    L’analista è un finto “amico” che fuori dal pub ti ficca due dita in gola per farti vomitare la sbornia, subito dopo stai meglio ma hai buttato via soldi senza tornare alla lucidità gradualmente passando nel luna park della distorsione.
    non so se mi sono spiegato 😉 🙂

    1. Zio TADS!! Ma è sempre un piacere trovarti da queste parti. E mi garba quando fai l’elemento di rottura, perché poi alla fine teoricamente su molti argomenti la pensiamo allo stesso modo. Non so se amore, coscienza, anima, siano solo fari fasulli o parole vuote. Certo che condizionano la nostra esistenza. Forse perché cresciuti con un retaggio culturale che li soppesa come elementi cardine. Al centro delle nostre vite. O probabilmente siamo noi che scegliamo di elevarli in questo modo.
      In me c’è molto del pensiero platonico, l’uomo e le due realtà: quella del mondo intelligibile o delle idee e quella del mondo sensibile. E poi l’eterna dicotomia, dove il fine ultimo è sempre quello di ricongiungersi al mondo intelligibile. Siamo chiamati alla trascendenza, in quanto il corpo è una prigione dell’anima e sede delle pulsioni e delle scelte irrazionali, ed è sempre il corpo che impedisce all’uomo di elevarsi se non si fa guidare dall’equilibrio, che è una caratteristica dell’anima intellettiva.
      Niente, tutta questa pappardella, che tu sai sicuramente meglio di me, perché grande uomo di filosofia, per dire che l’analista è un gran pezzo di gnocca e non sembrano proprio soldi buttati.
      (La buttiamo a ridere!! 😂😂😂).

      Resta sempre un enorme piacere parlarti. 😊

      1. Per un attimo ho temuto ti mettessi a parlare di pantagruelico ecumenismo, palingenetiche obliterazioni e pienezza ermeneutica 😀 😀 😀

        Noi siamo semplicemente mammiferi che, oltre a una blanda forma di intelligenza negativa, hanno sviluppato, nel percorso “evolutivo”, una miriade di paranoie e fobie sintetizzabili in tre macro categorie: 1) la paura di morire, 2) la paura della solitudine, 3) la paura della insignificanza.

        Per difenderci e/o alleggerire il terrore provocato da questo trittico di mostrilli verdastri che ci appaiono in ogni dove, abbiamo inventato una sequela di psico-scudi che vanno dall’anima alla coscienza, dall’amore alla dimensione cosmica, dal masochismo in odore di martirio alla vana gloria, ecc. ecc.. Mi fermo per non spargere tedio. 😀

        Schiavazzarsi l’analista fica è un dovere morale, un po’ come sodomizzare una comunista sotto il poster di Che Guevara 😀 😀 😀

        il piacere è reciproco 😉

        1. Per un attimo ho creduto di poterlo fare. Poi mi sono svegliato!! 😂😂😂

          In realtà, la mia visione filosofica è molto “fai da te”. Però mi piace leggere le tante teorie. Come le tue, perché da uomo di grande cultura, hai abbattuto molte barriere, che io stesso vedo chiaramente, ma che ancora non riesco a buttar giù, perché poi mi faccio mille pipponi mentali. Interessante anche il discorso sulle fobie (di quelle tre ho solo la terza, la paura della insignificanza, le altre due non mi appartengono, ma proprio zero. Per fortuna.), e gli pseudo-scudi, che io spesso utilizzo.
          Non sei mai tedio. Anzi. Ma questo lo sai.

          “Schiavazzarsi l’analista fica è un dovere morale”. 😂😂😂
          Per me è un po’ come quando ho avuto incontri ravvicinati con tipe che avevano i fidanzati interisti. 😂😂😂 (spero tu non lo sia 🤦🏻‍♂️)

  7. In un corpo fatto di carne è racchiuso l’infinito. Che poi, come si può imprigionare l’infinito? Sarà per questo che spesso ci si ritrova a sentirsi come esplodere da dentro. P.s. bellissima scrittura, davvero.

  8. Mettersi a nudo così non è da tutti, ci vuole coraggio. Se ti senti anomalo forse non sei tu che lo sei, ma tutto quello che ti circonda…ci hai mai pensato?
    Non cercare mai di “adeguarti”….vuol dire solo peggiorare 😉
    Buon pomeriggio.

    1. Grazie per le belle parole. Per la stima. Ma non sono proprio il tipo che si adegua. Piuttosto continuo ad andare controcorrente fino a bruciare.
      Un abbraccio Silvia!! 🤗

    1. 😂😂😂
      Da questo lato della barricata cerchiamo di boicottare i normo dotati!! Come pornhub ho lasciato tutto aperto e agggggratis!! Sai mai…😂😂😂

  9. ci leggo dentro un’atroce sincerità in questo tuo scritto, a tratti, senza bianchetto.
    sai che non son buona a dare consigli, Sephi, sicché chiudo qui dicendoti che ho ascoltato il link ( 😉 )

    la “fisicità” di cui parlavate sopra può essere d’impaccio in tanti di quei casi che non si immagina nemmeno: casi completamente opposti tra di loro.

    (com’è che non eri più tra i blog che seguo?!?????? 😥 )

    1. Mi hai già tagliato dai blog che segui?? Uffi!! 😞

      Ci sono sempre io. Ma senza bianchetto, che su uno schermo non si può. 😂
      Hai ascoltato la canzone?? Ti piaceva?? O non era nelle tue corde?? 🤔

      1. ma.. ma… ma se non taglio nemmeno certe ciabatte, vuoi che tagli giusto te?!
        cosa che cavolo combino con questo Cell, qui basta sfiorare qualcosa che puff (mi è capitato anche con altri 😏)

        Sì, ho ascoltato Ernia e… preferisco gli altri di prima 😊
        però il testo non l’ho acchiappato per bene, lo confesso.

        1. 😂😂😂
          Su “ciabatte” ho riso mezz’ora!! Ora tutti si chiederanno “sono io la ciabatta??”
          Vabbè togliamo ogni dubbio. Sono solo io la ciabatta!! 😂😂😂
          Mi hai tagliato senza pietà!! 😞

          😂😂😂

          Ernia è un outsider. Nitro uno che ha avuto un processo di evoluzione che lo porterà ad essere un top a breve.

          Le canzoni sono soggettive, ovviamente. Come certi giorni. 😊

  10. Non è mai facile mettersi a nudo, raccontarsi e scrivere di noi.
    A volte si tende a cercare delle perifrasi, giri di parole che abbelliscono quel che noi non siamo in grado di metabolizzare.
    Davide, fai bene a scrivere, le parole impresse su carta hanno un significato molto più profondo di quelle urlate al vento.

    1. Hai ragione. È difficile scrivere su noi stessi. Perché poi si va incontro al giudizio altrui. Inevitabilmente. Ecco probabilmente rispetto a molti, io non temo il giudizio. Questo mi aiuta ad essere “libero”. E magari le perifrasi mi aiutano a sembrare meno merda. O più dolce. Dipende da che angolazione si guarda il tutto. 😂😂😂

      Scrivere aiuta. Sempre. Ma tu dovresti saperlo meglio di me. 😊😘

  11. Ognuno ha la propria personalità, che sia accettata, o meno, dagli altri.
    La cosa fondamentale è stare bene con sè stessi, cercando in ogni momento di estrapolare
    l’energia necessaria per affrontare l’attimo bello, o insopportabile che sia, e traendone la
    conclusione migliore, per una crescita solida, che sia forgiata di positività….
    Buona domenica da una Roma nuvolosa e bel sorriso per te….silvia

    1. Ho una personalità molto forte. Capisco sia difficile interagire con uno come me. Ma spero sempre che qualcuno vada “oltre”. Poi dormo lo stesso figurati. 😂😂😂

      Sullo stare bene con se stessi è più complicato il discorso. Sono sempre in conflitto con l’altro me. Ma non dispero!! 😜

      Grazie come sempre Silvia. Un abbraccio da una Taranto già in piena estate!! 🤦🏻‍♂️😂😂😂

      1. Spero che risolverai quanto prima i conflitticon te stesso….ti sentirai meglio. Buona serata e un sorriso

                    1. Rimango in attesa per sapere, ma vedrai che andrà tutto bene!
                      Come stai è sempre una bella domanda, lo sai 😉

  12. la tua reale essenza è un delirio hai davvero troppe personalità…..ecco perché non si avvicinano….sei come spingere l’acceleratore fino in fondo senza nessun controllo….provochi euforia ma anche disperazione però hai un’anima un cuore anche quando lo neghi con evidenza vuoi solo nasconderlo per non soffrire….quando scrivi mi basta soffermarmi su ogni pensiero per capire che che dietro esiste un mondo……che non trovo nulla di così interessante in nessuno….magari sono di parte magari dico solo la verità magari dovresti pensare di scrivere davvero……..quanto dolore hai restituito allora?

    1. Sai che la scrittura rivela tutto?? Soprattutto i puntini di sospensione!! 😂😂😂
      Troppi per me. Per un ossessivo compulsivo sono uno schiaffo in faccia. 🙄

      Come se tu fossi di parte. Prenderò così questo tuo bellissimo pensiero. Mancavi un po’ da queste parti. 😊

      Quanto dolore ho restituito?? Una domanda semplice. Tanto quanto me ne hanno fatto. 😆

      1. e cosa le ha rivelato signor Sephiroth? cosa dicono tutti questi puntini di sospensione? non credo che i puntini di sospensione ti hanno detto chi sono……ma questa assenza dal blog l’ha sentita allora? per quanto io potrei essere anche di parte sono in condizione di confermare ciò che scrivo……tanto che non lo dico comunque solo io….i commenti li leggiamo tutti…..per il dolore vedi la bilancia in pari? non lo so…..forse è solo distribuito male….

        1. 😂😂😂
          Sei sempre uno spasso!!

          Il rendiconto della distribuzione del dolore non l’ho fatto. Ma tra quello preso e quello dato, più o meno ci siamo. Magari ne ho dato più di quanto ne ho preso, ma non lo posso dire, per non rivelarmi sempre più merda di ciò che sono!! 😂😂😂🤦🏻‍♂️

          Dove sei stata di bello?? 🤔

          1. lo so……anche tu non scherzi……e poi tu sei uno che non andresti mai da una psicologa per quanto bella…..potrebbe essere un dialogo fittizio con la tua dolce metà……ma non ci metto la mano sul fuoco…..non hai fatto rendiconto? male……di solito comunque poi lo fa il karma…..ehehehheehhheheheheh….
            chi lo dice che sono una lei? comunque lontano dai riflettori…….

            1. “Sei uno che non andresti mai da una psicologa per quanto bella”.
              Questa affermazione potrebbe farla solo una che mi conosce!! 😂😂😂

              Ci pensa sempre il karma. Ma ancora di più devo dare?? 😧
              Come si sta lontano dai riflettori?? E dalle passerelle?? 😂😂😂

              1. una meraviglia ma tu rimani sempre lo str……udel di prima…….ehehehehheehhe
                scherzavo sul karma……ma alla fine chi è questa bella psicologa?

                1. Sai bene, che preferisco resti tutto dentro un alone di mistero. Che poi mi tocca il divano pure stasera!! 🤦🏻‍♂️😂😂😂

                  Mannaggia a me!! 🤷🏻‍♂️

                  1. o è quella psicologa? ………….per un attimo mi è venuto questo stanissimo pensiero ma tu guarda a che dovevo pensare questa mattinaaaaaaaaaaa……..

  13. 21 grammi il peso dell ‘anama carissimi Seph.

    “Correva l’anno 1901, e a un medico statunitense, Duncan MacDougall, venne in mente di misurare il peso dell’anima, dimostrandone intrinsecamente l’esistenza. Secondo MacDougall, al momento del trapasso il corpo umano perderebbe il peso della sua anima, libera di migrare verso altri luoghi che non siano le nostre spoglie mortali.”

    A me sembra al di là dell’idea poetica che la mia anima e l’anima in generale vada pesando via via come il piombo almeno la mia con o senza miserrimi picchi di felicità che ti suggerisco di cercare guardando avanti. La marcia indietro raschia E allora ci si sente ancora più coj… ops imbecilli.

    Spero che il divano del finale non sia di similpelle😎…

    Caldo e pioggia Roma la città o misto profumo di tiglio e puzza di monnezza un po’ come la vita

    1. “21 grammi” ne fecero anche un bel film con Sean Penn e Benicio del Toro, se non ricordo male, dove veniva citato il dottor MacDougall.
      Ma credo che MacDougall nel suo studio empirico non abbia calcolato tante variabili. E propendo verso la tua sensazione, che a volte avere un’anima pesi più del piombo. Ma questo lo avverti solo se hai una conoscenza del bene e del male. Una moralità. Se ti fai carico dei “problemi”. Se ti metti in discussione. Altrimenti puoi vivere tranquillamente come tanti subumani che non capiscono un cazzo e che io definisco i “senza pnsier”.

      No no. Divano in stoffa. Poltrone e sofà se ho letto bene!! Però posso chiedere!! 😂😂😂😜

      1. Ebbene sì il riferimento era al film ma soprattutto a Benicio del Toro che è il mio Proto Proto prototipo erotico quel viso così sciupato le borse sotto gli occhi Ossignur… 15:05 non posso fare questi pensieri.
        Dai! Oggi mi gira da ssherashemina
        Stai bene Seph poi a dare il giusto pesi alla nostra anima saranno i posteri 🦋🌹

        1. Azzo don Benicio!! Paraculo lui!! Ottima scelta Shera!! 😂😂😂😜
          È un po’ come quando penso alla Leotta!! 😍😍😍

          Un abbraccio cara. Tanto ai posteri non fregherà nulla di noi!! 😂😂😘😘😘

          1. Attento Sephino la Leotta (rifatta da far paura) è gia occupata con tal Toretto 🤣x di più pugile….. no per te qualcuna di meno ‘ruspante’ mo’ ce penzo! Piove 😫

      1. sissì troppo lavoro diciamo che non mi sono mai fermata, anzi…quindi il tempo per il blog si è ridotto, per ora ho risolto eliminando i commenti che , per me, dovrebbero essere seguiti in tempo reale. Ma ho intenzione di prendermi 2 mesi di vacanza, da luglio 😀 ciauuuu ❤

  14. Avere un’anima inquieta è una sorta di maledizione. Non trovar mai pace, nemmeno nella felicità è abbastanza faticoso. Se poi ci si aggiunge una certa propensione a voler sempre guardare e vedere oltre sia in noi stessi che in chi ci circoda, diventa tutto davvero un po’ pesantuccio. E anche doloroso. Si è sempre in costante movimento anche dentro un corspo che spesso si percepisce come un ostacolo …o come un nemico. Credo che vivere per qualcuno sia più faticoso (senza offesa per nessuno) che per altri.
    E qui mi fermo, ho sproloquiato abbastanza 😝 😜 . Un abbraccio 😘

    1. “Avere un’anima inquieta è una sorta di maledizione. Non trovar mai pace, nemmeno nella felicità è abbastanza faticoso”.

      Non avrei potuto spiegarlo meglio. Io sono uno di quegli esseri ottusi che non si godono mai il momento. Brucio felicità, un po’ come respirare. Ho bisogno costantemente di sentirmi vivo. Amato. Peso troppo le parole. I sentimenti. Le sensazioni. Questo porta paradossalmente a non vivermela al 100%. Ho un’idea di perfezione che non rispecchia questo mondo e che io stesso non riesco mai a raggiungere. Sentirsi costantemente non all’altezza. Incompleti. Ecco tutto questo porta un discreto peso nell’anima.
      Ho sproloquiato troppo anche io, ma so che posso farlo con te, perché tu recepirai con attenzione. Perché probabilmente in alcune cose siamo molto simili. 😘

  15. La sofferenza dell’anima è di chi sa scavare dentro se stesso.
    Scavare davvero però, riconoscendo i propri limiti, le proprie supremazie, le proprie bugie o le verità.
    La sofferenza è di chi sa riconoscere quando sbaglia e ne fa ammenda e poi sbaglia ancora.
    La sofferenza non è un limite, è una grande Madre: severa, implacabile ma leale.
    Da ragazza ne avevo paura, sia fisicamente che emotivamente, poi ho capito che poteva essere una grande bussola.
    E lo è, anche in questo momento è stata il mio timone.
    Amico mio niente è facile in questa vita, non siamo esseri facili, siamo “umani”, scrivere di ciò che ci fa soffrire è una liberazione.
    Io non la combatto la sofferenza, la affianco, la studio, l’accarezzo e poi gli impongo di andare via.
    vedi sono ancora presuntuosa malgrado spesso mi ha maltrattata. Ma mi ha insegnato. Ad essere forte.

    1. Ho scavato così a fondo che non mi sono più riconosciuto. Ho vivisezionato la sofferenza. A volte un grido nella notte. Ho fatto ammenda, ma non mi sono mai perdonato. Sono così intransigente con me stesso, che fatico a sostenere il peso dell’anima. So che tu lo senti. So che mi capisci. Lo so, perché tu hai vissuto la sofferenza come me. L’ho letto chiaramente.
      Nulla è facile vero. Ma confido che tu resterai ben salda al timone, anche quando ci sarà burrasca. Perché è vero, dopo la tempesta, aggiungiamo forza al cuore. ❤️

      1. L’intransigenza a volte la dobbiamo abbandonare, ci dobbiamo anche giustificare. Ci dobbiamo anche perdonare.
        Non siamo robot, siamo umani, non siamo meccanismi, siamo anima.
        Se potessi ti abbraccierei per darti tanta forza da sconfiggere il dolore dell’anima. Lo farei.
        Ma posso farlo solo virtualmente, e spero ti arrivi il mio sostegno, la mia carezza…Niente è facile, ma forse niente è impossibile se ci crediamo.

        1. E se si fosse potuto mi sarei fatto abbracciare volentieri!! Ed avrei ricambiato. Ma questo lo sai!! 😘😘😘

          Siamo umani, hai ragione amica mia!! E nonostante i miei difetti e la propensione al dolore dell’anima, mi piace il rapporto umano, vero, che si instaura.
          Oggi prendo tutto, anche l’abbraccio virtuale e la carezza. Grazie ❤️

  16. Leggerti colpisce sempre.
    Riesci ad entrare in ogni anfratto, rimescolandolo.
    Vomiti parole senza che nessuno ti regga la testa, anche quando ne hai bisogno e non lo dici sperando che il sostegno arrivi.
    Saper andare oltre i muri, le battute chirurgiche al vetriolo, rischiare di vedere l’abisso altrui, è una forza di estremo coraggio. E di volontà.
    Fare troppe congetture alla fine può confondere, basarsi sulle sensazioni è un’altra cosa. Ma quante volte ti hanno fregato?
    Guardare sotto la superficie
    Emergere
    Respirare
    So che la sensazione di insoddisfazione non va mai via, come una pietra che tieni in tasca e che ti tira giù ancorandoti al passato.
    Alla fine è meglio godersela la felicità, anche se dura un attimo, ma che botta che dà!

    1. Quante volte mi hanno fregato?? Poche. Forse una o due. In entrambe avevo messo in mezzo il cuore. Ecco quando il mio guardare non è più oggettivo, finisco anche io con il raccontarmi una bella storia. Il cuore mi rende umano. Incoerente. Offusca i pensieri. Ecco perché lo nascondo.
      Solo se riesci a mantenere il distacco vedi tutto chiaramente. I silenzi. I gesti. Gli occhi. Le loro bugie. Le loro paure. Bisognerebbe osservare di più. Anche le scarpe. Sono rivelatrici.

      L’insoddisfazione è un peso costante. Il chiedersi sempre di più. Il non trovarsi mai adeguato. Vorrei vivermi la felicità, ma finisco per bruciarla. Perché sono profondamente imperfetto. Ma credo che tu lo sappia già.

      Posso fare pubblicamente le congratulazioni per il tuo libro?? No?? Ecco le ho fatte lo stesso. Lo meriti!! 😊😘❤️😘❤️😘😘😍❤️ (a muzzo) 😂😂😂

      1. Metterci il cuore e lasciarsi andare, fottersene dei rischi. All’inizio sembra tutto talmente bello da non sembrare vero, finché la verità ti mette al tappeto.
        Sarebbe da incoscienti riprovarci, le cicatrici sono tangibili. Ma, allora, di cosa si vive?
        Bisognerebbe saper osservare di più, ma lo si può fare solo dall’esterno, quando non c’è più coinvolgimento e la porta è stata chiusa. Non accostata.
        Cosa dicono le scarpe?

        Nessuno è perfetto, non sarebbe reale, ed è proprio l’imperfezione che rende una persona “umana”.
        Tu dici che scrivi con rabbia, ma io riesco a vederci anche tanto sentimento. Forse sbaglio, non sono perfetta.

        Grazie per i complimenti, la felicità è durata un attimo, ma è stato intenso.
        Si guarisce da questo perenne stato di insoddisfazione?

        Io non li voglio più i cuori a muzzo 🙄

        1. C’è un tempo per tutto. Ma l’amore non ti mette al tappeto. Perché sei già consapevole dei rischi, nello stasi istante in cui li hai accettati e mandati a farsi fottere. L’amore è solo un tonfo dopo il volo. Il botto e poi silenzio assordante. Ma non è possibile osservare meglio un’altra persona, quando ci metti il cuore, perché hai perso il distacco consciamente.

          Ora ridimmi. Quante volte ti hanno fregato?? Poche. Una forse due. Consapevolmente. C’è differenza?? Forse. Ma che importa??

          Le scarpe dicono moltissimo. Un’ostentazione inconsapevole della personalità. Se fai attenzione capisci anche quando puoi fidarti di una persona.

          Non sei perfetta. Vero. Quindi vedi del sentimento che non c’è. C’è rabbia. Ed ego. Perché io le parole le ho dentro. Più di altri che si definiscono scrittori e poeti di professione. 🤷🏻‍♂️

          Goditi i traguardi. Sono tutti strameritati. 😘
          Sull’insoddisfazione facciamo un capitolo un altro giorno!! 😂

          ❤️ (non a muzzo) 😂

          1. Io avrei scritto che è la verità che mette al tappeto, non l’amore.
            Non ho rifatto ulteriori domande su quante volte sia stato fregato, ma è il suo blog e faccia pure come si sente di fare eh 🤷🏻‍♀️

            1. Ma io non ho scritto che l’amore mette al tappeto!! 🤔
              Che stavi leggendo un altro commento?? 🙄
              Oggi giorno no?? Eppure avevo messo anche il cuore non a muzzo. 🤷🏻‍♂️

  17. Penso che i nostri “ terremoti interni” ,di varia magnitudine e profondità, nascano dalla solitudine del nostro cuore nella struttura della nostra società. Siamo tutti affetti da egoismo e narcisismo, un tempo considerati solo nevrosi oggi diventano condizioni imposte dalla comunità. I valori odierni sono efficienza produttività e risultati. E noi, noi e il nostro essere persona dove siamo? Siamo persi nei ruoli che la società ci assegna e cosi diveniamo narcisi e individualisti e miriamo all autorealizzazione permettendo a nessuno di interferire. Ci sbattiamo per conquistare una libertà personale che alla fine diventa irrilevante perché non calata nel nostro io e non nel mondo che ci circonda. Una libertà senza sana collettività ci fa sentire soli incompresi e impotenti.

    Ora io non so che ho scritto, consideralo solo un pensiero di una ventosa domenica mattina. Non so ancora se indossare il costume per il primo bagno di stagione in piacevole solitaria o iniziare a affettare cipolle per un buon pranzo per otto persone.
    Intanto vado a cercare la crema solare….le insalate domenicali possono anche sfamare adeguatamente. O forse no….
    😊

    1. Alla fine hai indossato il costume o affettato le cipolle?? (Secondo me hai cucinato per tutti!! Sicuro!! 😜)

      Parto di qui, perché il tuo commento imponeva una grande riflessione.
      I terremoti interni.
      Quello che scrivi è verissimo. Ma credo che nascano anche da un profondo senso di insoddisfazione. Dalla analisi costante di introspezione. Solo chi si mette continuamente in discussione può avvertire gli scossoni dell’anima. In una società dove i valori sono ormai capovolti, il nostro essere persona viene sommerso dalla ricerca continua del consenso a tutti i costi. Che porta poi ad essere egoisti e narcisi. Ecco io sono l’ultimo a poter parlare, poiché ho una sequela di difetti clamorosi!! 😂😂😂

      Vado a cercare la crema anche io. Antirughe però!! Che a 41 anni inizio a vedere qualche segno che non va!! 😜

      1. Alla fine , come quasi sempre succede, sono riuscita in entrambe le cose. Ma che fatica!!!
        Si finisce col godere in modo parziale di una libertà personale che vuoi prenderti ( caspita, anche di domenica faticare?!?) e del consenso ricevuto per il pranzo preparato ansimando ( la buona qualità del pesce mi è stata di grande aiuto).
        Si necessità dell’uno e dell’ altro e questo inseguimento, questo continuo tentativo di bilanciamento rischia di toglierti il fiato.
        Questa è la vita e va bene anche così, dai.
        L accidia, terremoto interno di magnitudo 10, sarebbe molto peggio.

        Sapessi da quanto sto io con l’antirughe !😭😱😰 però pare stia funzionando😁😏😜

        Felice settimana Sephi, sempre piacevole chiacchierare con te e…vecchia scuola always!😊

        1. Immaginavo non avresti lasciato a digiuno i tuoi commensali. Sei una tipa tosta, che non lascia nulla al caso. E non è stata la qualità del pesce, seppur buonissimo, ma la cura (e probabilmente l’amore) con cui decidi di cucinare per gli altri. Sarai una di quelle che lo fa spesso e con piacere. 😘

          Funziona la tua?? Mandami la marca che la provo anche io!! 😂😂😂😜 (approfitto!!)

          Grazie per le belle chiacchierate anche a te. Un abbraccio forte. 😘

          Ps. Vecchia scuola always!! 😜

  18. Quando si arriva a determinati livelli di dolore dell’anima nessuno sarà in grado di aiutarci.
    L’unica è raggiungere la grande verità.
    Noi siamo i più grandi nemici di noi stessi.
    Noi siamo il problema…e noi troveremo la cura .
    Un’ora per volta
    Un giorno per volta…

    1. Siamo soli. Lo so.

      È come una guerra intestina con me stesso. Un tentativo di golpe. Come restare in bilico su un filo d’odio. Forse troverò la cura. O magari l’assuefazione continua al dolore. Morfina.

      Un’ora per volta.
      Un giorno alla volta.

  19. Urca …
    ah, guarda! Se ti dicono che sei strano, allora puoi stare tranquillo 🙂
    Scolta, Sep, hai un modo di scrivere e di sviscerare il tuo essere che è proprio bello
    Ti lascio un abbraccio, che poi adesso si può anche! 🙂
    Buon pomeriggiooooooo

    1. Ma si, tanto la normalità qual è?? Chi è normale?? Cosa significa poi?? C’è una demarcazione comune per assodare che io sia strano o pazzo?? O solo perché sbatto molte verità in faccia, poi sono da ricovero psichiatrico?? 😂😅
      Grazie perché passi di qui. E per le tue parole, che per il sottoscritto valgono molto!! Ti abbraccio forte, e spero tu stia bene Norma!! 😘😘😘

  20. Sempre devi avere in mente Itaca –
    raggiungerla sia il pensiero costante.
    Soprattutto, non affrettare il viaggio;
    fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio
    metta piede sull’isola, tu, ricco
    dei tesori accumulati per strada
    senza aspettarti ricchezze da Itaca.
    Itaca ti ha dato il bel viaggio,
    senza di lei mai ti saresti messo
    in viaggio: che cos’altro ti aspetti?

    Buonanotte signor Sephiroth,
    makutu sookee, nankuro nai sai.

    1. Ho in mente Itaca. Ho in mente il mio ritorno. Soft. Che se poi morissi domani cosa cambierebbe??
      Non affretterò il mio viaggio. Non affretterò i tempi. Resterò un altro po’ tra sirene, proci, maghe e ciclopi.
      Bentornata Mrsbaudelaire!! 😊

      1. Uh grazie Seph! Lo so, alla fine! 😔Ma letto tutti i bei commenti della bella gente che ti segue e il tuo bisturi arriva sempre in profondità. Ma per me un periodo un po’ comsi comsa 🤷🏻‍♀️
        E poi lo sai, “ Uno stregone non è mai in ritardo, nè in anticipo…”
        Un abbraccio ❤️😎

        1. Sottovaluta il suo potere Mrsbaudelaire. Di chi ha messo il primo commento su sta cagata di blog. Quindi quando lei manca, si sente. Ma so che avrà avuto i suoi buoni motivi. O forse no. 🤷🏻‍♂️
          Però spero non etichettabili tra la parola “problemi”. ❤️

          1. Che dire…
            Mi sento sola come un verme solitario,
            Come un cammello quando incontra un dromedario,
            Come la freccia quando vola via dall’arco,
            come un gorilla nella gabbia del bioparco,
            Mi sento sola come un punto esclamativo,
            Come un articolo se manca il sostantivo…
            😂😂😂 mi mette di buon umore essere la rosa pristina del primo commento, è una grande responsabilità 💪🏻
            Avanti con la sua prossima produzione, sto qui con la penna in mano! 🤓

            1. Questa è una poesia che insegni ai bimbi a scuola?? 🤔
              Non potrebbe essere altrimenti.
              Lei è la fondatrice del commento sul blog!! Il deus ex machina!! 😂😂😂

              Si ma io scrivo. Lei mi sparisce nel nulla. 🤷🏻‍♂️🤏🏻

              1. Ma noooo!!! È una poesia per esprimere gli eccezionali motivi della mia mancanza 🤷🏻‍♀️
                “Sola come un verme solitario” l’ho trovata di una potente forza evocatrice, lo userò per commentare…scriva qualcosa di adatto! 🤔
                Non sparisco, non sparisco, son qui, tra il deus e la machina😂😂😂 solo un attimo di défaillance, ma bella ‘sta cosa che ha detto! 🙃😌☺️

                1. Ci sono stati eccezionali motivi?? 🙄🤏🏻 Ed io che le avevo affidato le chiavi del blog!! Si vergogni!! Sparire così!! Come un verme solitario!! 😞

                  Ho sentito il freddo dell’abbandono!! 😂😂😂

                  1. Seeeeee buonanotte! Mente come il dromedario di cui sopra, come un orzaiolo nell’occhio, come un rospo sul davanzale! Il suo naso sta rimbalzando sul tetto 🤥!!!
                    E quella manina 🤏🏼 a mo’ di becco d’oca pallida, le è caduta dal polso o le è venuta una rizartrosi?! 😂😂😂
                    Bah, non li fanno più gli uomini con le mani di una volta..🤔👉🏼🖐🏼🤚🏼

                    1. Lei sparisce, io mento?? E come funziona?? Le toglierò le chiavi del blog Mrsbaudelaire!! 🤣🤣🤣

                      Avverto del fastidio verso la manina!! È indicatrice!! La osservi bene!! 🤏🏻

                      🤣🤣🤣

                    2. Che devo osservare?!
                      Per me la sua manina indica il precario stato della sua salute mentale!
                      Continuo a vederci la testa di un volatile con sindromi ossessive compulsive, come da lei dichiarato in diverse occasioni. È giunto l’ora di un check-up per la riattivazione delle sinapsi!!! 🤔🤙🏼

                    3. 🤣🤣🤣
                      Stamattina ho riso mezz’ora per la sua risposta!!
                      Poi ho preso Depakin!! Giuro!! 😇🤣🤣🤣
                      🤏🏻🤏🏻🤏🏻
                      Le toglierò l’onorificenza onoraria del mio blog per eclissamento volontario e premeditato!! 🤣🤣🤣
                      Pffff!!
                      🤏🏻

                    4. Uh! Sindromi, manine, risate oblique 🤣 <- rifletta sull’ inopportuno uso di questa allegra testina decapitata, è un ossimoro, non una risata!!! 🤷🏻‍♀️
                      Altro che togliere chiavi del blog, fra poco dovrà assumere del personale badante! 🙄👩🏻‍🍳

                    5. Ma questa risata è fantastica!! 🤣
                      Denota la precarietà del mio equilibrio psico fisico!! 🤣🤣🤣

                      Vuole fare lei la mia badante?? 🤏🏻

  21. chi sei mandrake……una risposta ogni 10 giorni? su su si impegni di più con questo blogggggg……..ed il nuovo pezzo? tra quanto? manca……..

          1. Hai cambiato il lavoto!? Troppi impegni!? Come stai? I tuoi ( che non hanno preso da te ) splendidi bambini hanno ricominciato i loro impegni scolastici?
            Abbracci Sissi mi💙❣

            1. Spero presto. Mi stanno creando problemi perché non vogliono lasciarmi andar via!! 🤦🏻‍♂️
              I miei bellissimi bimbi inizieranno il 7 ottobre!! Covid permettendo!! Che qui la data slitta sempre!! 🤦🏻‍♂️
              Abbraccio Shera!!
              Spero a te vada meglio!! 😘😘😘

              1. Il mio splendido bambino ha ripreso il primo di ottobre a lavorare… cuore di mamma si è rasserenato. Da domani a Roma mascherina obbligatoria ovunque, temperature in picchiata… maddai sì mi spno ripresa. Per citare Marcello D’Orta,” Noi speriamo che ce la caviamo”.
                Take care sweetheart 😍☘🍁

                1. Sono felice che abbia ripreso a lavorare. Il lavoro è tutto.

                  Anche qui mascherina obbligatoria ovunque e tempo di merda. Grigio, vento ed un caldo di scirocco clamoroso!! 🤦🏻‍♂️

                  Ce la caveremo Shera.
                  Per forza!! 😘😘😘

    1. Si Silvia. Grazie!! Ho preso solo un po’ di pausa, per portare a termine svariate cose. Tornerò…ogni tanto mi affaccio e vi leggo.
      Tu spero stia bene. Ti abbraccio forte!! 😊

  22. Non ho mai capito il motivo per cui chi ha provato e prova della sofferenza ne porta sempre agli altri. È una cosa che non giustifico perchè in passato credevo che chi soffre sia più sensibile e ho invece trovato solo crudeltà e aggressività verso gli altri. Chi dona agli altri solo dolore ha un grande problema con se stesso ma non lo affronta perchè questo richiede coraggio. Chi soffre schiva sempre le domande che portano al nucleo della questione, perchè fa comodo riversare sugli altri tutto il marcio di se stessi. Donare amore invece è difficile perchè si deve partire sempre da se stessi. Mi auguro che tu un giorno possa capire questa differenza e trovare la strada per espandere un’energia positiva e non negativa, che sono sicura giace sotto gli strati del tuo dolore. 😊

    1. Chi come me ha molta sofferenza nel cuore, sicuramente è più sensibile e percepisce la sofferenza altrui, prima di altri. A me basta guardare una persona per capirne il dolore. È empatia verso il dolore. Perché io ce l’ho tatuato sulla pelle.
      Ma chi è come me, come tu ben affermi, è anche portatore di dolore e profondamente egoista, perché ha problemi irrisolti che tendono a dissociarne i comportamenti.
      Ti assicuro però che su una cosa sbagli totalmente, io affronto sempre i miei problemi. Scriverne, ad esempio, metterli in pubblico, alla mercé di tutti, è affrontarli a testa alta, nonché una grande prova di coraggio. Cerco di arrivare sempre in profondità, fino a toccare i confini della mia anima. Probabilmente non basta. Ma ho imparato anche ad accettarmi. A volermi bene, nonostante io sia profondamente sbagliato per certi versi. È vero donare amore è difficile. Non fa per me. Ma faccio un’unica eccezione, per i miei figli.

      Grazie per il commento. E per i consigli. 😊😊😊

      1. Non è questione di essere sbagliati. Se ti vuoi bene sarebbe meglio non dire più questo di te. Tu provi affetto per i tuoi figli e quindi sei ad un gradino abbastanza alto per una buona scalata delle emozioni migliori. So che ti costa fatica esprimere tutto ma fallo sempre, specialmente coi tuoi figli. Abbracciali sempre e digli sempre che vuoi loro bene. Io sento che dentro di te hai un nucleo d’energia positiva, altrimenti non saresti su quel gradino, ma forse nel passato ti è successo qualcosa che non vuoi o non puoi ricordare. Ecco, io intendo questo col conoscere se stessi. Bisogna andare molto indietro e, te lo dico per esperienza fatra di persona, non bastano le parole scritte qui. La scrittura è terapeutica è vero ma non risolve certi traumi. È una tua scelta affrontarli o no, per il bene tuo e di chi ti sta intorno. 😊

        1. Credo che si debba essere sempre onesti con se stessi. Presenti. Ecco perché riesco ad ammettere liberamente determinate cose.

          Non provo affetto per i miei figli. Li amo a dismisura. E cerco di dimostrarlo sempre. Non ho problemi a farlo con loro. Anzi. Chi mi vede non capisce come una persona possa essere tanto diversa nel relazionarsi con il mondo, rispetto ai figli.

          Non so se io abbia energia positiva dentro. Credo di si. Ma è perfettamente contrapposta alla negativa.

          Grazie per le tue parole. Trovo sempre molto interessante un confronto onesto. 😊😊😊

  23. Poeta, meu poeta vagabundo
    Sei un cattivo esempio
    Per la gente come noi
    A fare come te si può scoprire
    Che vivere non è
    Cercare dei perché….

    Acorde! Svegliaaaa
    Sem poesia?
    Preguiçoso! 🥱😴🙅🏻‍♀️

  24. Che posso combinare?! Lavoro e lavoro e lavoro, senza nemmeno il ristoro di una sua lirica sul male di vivere…🙄
    Su signor Sephiroth, si alzi e compia il miracolo!
    ( e aggiungo en passant: quella risata storta la porterà a usufruire ben presto di un trattamento ortodontico 🤦🏻‍♀️)

    1. Beata te che lavori. Io devo stare in ferie. Costretto a stare in ferie!! 🤣🤣🤣

      Ho scritto. Ma non mi va di pubblicare. Il male di vivere non è semplice da affrontare. Anzi potrei smettere di pubblicare. Ci sto pensando da un po’.

      Torniamo a cazzeggiare. La risata storta è adorabile!! Possibile che le sia così avversa?? 🤣🤣🤣

      1. Non faccia il prezioso! Il male di vivere è un condominio in cui abitano tutti, MA devono salutarsi, costretti da pura formalità e scontenti che gli altri possano abitarci!
        Invece è patrimonio dell’umanità!
        Come gli eroi Marvel che fanno sempre un tot di lamentele perché il loro potere è il più efficiente di tutti. Pubblichi sto affaire! 🤦🏻‍♀️
        Per l’adorabile risata avrei a lungo da polemizzare, ma si sa che lei è Bastian Contrario, non le importa come le sta ‘sto sorriso, importa che dia fastidio a qualcuno!🙄🤷🏻‍♀️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...