Ho’oponopono

Stare con uno come me. Impossibile. Dovresti andare oltre le disambiguazioni del mio essere. Guardare tra la coltre oscura che mi pervade l’anima. Scendere all’inferno e poi scavare. Annullare la tua vanità per regalarmi unicità. Perché la mia gelosia brucia il cuore. Non è per tutti. Infiamma e divampa come un mostro che brulica all’interno […]

Meno Buio

Originally posted on Sephiroth:
Una stanza vuota. Un nodo in gola. Sono sveglio. O almeno credo. Battiti accelerati. Immagini in dissolvenza. C’eri fino ad un attimo fa. Sembrava tutto così fottutamente reale. Mi son perso, lo sai? Fuori piove, dentro me. Un flash forward. Due minuti e diciassette secondi. Ti ho scorta in lontananza. La…

Linee di Nazca

Originally posted on Sephiroth:
Ho guardato i tuoi occhi. Credo sia stato quello l’attimo in cui mi sono perso. Non ricordo più l’istante precedente. Quello in cui non c’eri. Difficile anche solo immaginarlo. Imbottito di nozioni “fringiane”, allora, tendo a darmi spiegazioni più elevate. Può darsi sia stato solo un riconoscersi tra mille. Come un…

Confessioni di una Mente Pericolosa

Per un attimo ho pensato solo alla mia felicità. A come sarebbe stato fottermene delle regole. Ma tu mi hai riportato presto alla realtà. Ti sono bastate poche parole. “Egoista di merda”. Come se fosse un torto amare così tanto. Adesso cosa mi resta, se non una dannata sensazione di vuoto assoluto?? Come quel giorno che […]

Hare Krishna

Originally posted on Sephiroth:
E’ solo un letto vuoto. Un senso aleatorio di solitudine. Niente promesse da mantenere. Niente progetti a lungo termine. Nessun litigio dovuto alla morbosa gelosia. Nessuna data da ricordare. Nessun anniversario. Nessuna fotografia. Nessun regalo. Nessuna frase da dedicare. Manca parlare al plurale. Manca un viso da riconoscere al tatto. Manca…

Disturbo Bipolare

Originally posted on Sephiroth:
Ormai ti sento spesso piangere al telefono. Imprechi e maledici il giorno in cui mi hai incontrato, dentro lunghissimi singhiozzi bagnati. I tuoi pugni di parole, però, non scavano la carne. Non c’è abbastanza cattiveria per ferire uno come me. Io, la quintessenza di un bastardo senza gloria, mentre anniento in…

Harsh Times

Originally posted on Sephiroth:
Ricordo una via e dei bambini. Ricordo zaini per terra come pali di una porta. Ricordo le infinite partite a pallone. I muri marcati nelle ville per recuperare quei palloni. I muri marcati nelle ville per rubare, con cacciaviti e piedi di porco. Ricordo un’innocenza persa troppo presto. Ricordo le risate,…